In farmacia oggi sono disponibili servizi come il monitoraggio della pressione arteriosa o la misurazione della glicemia, in cui il farmacista ha la possibilità di ascoltare e di fornire informazioni centrate sulle esigenze della persona e sui suoi vissuti, per aiutarlo a fare scelte consapevoli e in autonomia. I cittadini, pazienti e non, ricevono quotidianamente decine di messaggi e informazioni riguardo alla salute e alla prevenzione. Tuttavia capita che questi non siano coerenti e generino confusione. Proprio nell’ottica di fornire informazioni chiare, il ruolo del farmacista è centrale e in grado di indirizzare le persone verso quelli che sono i comportamenti corretti. Il farmacista è importante che faccia proprie alcune tecniche di comunicazione per poter rafforzare il rapporto di fiducia che caratterizza la relazione con il paziente.

Nell’ambito di una collaborazione tra l’Istituto superiore di sanità e Federfarma per promozione di stili di vita corretti, il Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell’Istituto superiore di sanità ha realizzato per le farmacie una scheda informativa sulle competenze di base del “counseling”. La scheda offre spunti, indicazioni e tecniche per affrontare in modo corretto un colloquio su temi di salute. Inoltre sarà integrata con altri materiali di approfondimento sulle abilità relazionali. La scheda, inserita in Farma7, sottolinea l’importanza che il colloquio in farmacia tra farmacista e cittadino può avere ai fini della promozione di corretti comportamenti e stili di vita salutari.

Leggi l’articolor pe intero qui